Area Soci - Le nostre auto

ROSSO DELTA

1989 -2009 vent'anni di gloria

pagina dedicata alla più leggendaria Delta da rally e ai Veneti Iridati Biasion -Siviero che l'hanno condotta al trionfo.

 

 

LANCIA DELTA INTEGRALE 16V
(ABARTH SE045)
- SANREMO 1989

 

 

BIASION-SIVIERO DELTA CON N° 1 TARGA TO 86305 M

AURIOL-OCCELLI DELTA CON N° 5 TARGA TO 62125 M

 

 

ARTICOLI -FOTO- PROVE DELLA DELTA 16V  STRADALE E GRUPPO A 1989

 

» Depliant Delta HF INT 16V

» Tecnica Delta HF INT 16V

» Prova Quattroruote

» Autosprint Sanremo '89

» Articolo GD

» Rally Sprint 07/08 2007

 

 

Ho visto per la prima volta dal vivo una delta integrale  nel 1989. Era Estate di pomeriggio presto, ero in vacanza vicino Pinzolo avevo quasi 14 anni. A quel tempo la macchina di famiglia era una renault 5 tl 850 del 71 ormai alla frutta. In quel caldo pomeriggio ero li perso nel far nulla e nel pensare a quando avrei avuto anche io la patente vicino alla fontana della piazza in lontananza vedo arrivare una delta... ma cosi non l'avevo mai vista. Rossa con quei quattro fari davanti il cofano bombato e i parafanghi larghi. "Cazzo eccola finalmente la vedo. Un' integrale!" Che fosse un 16v manco lo sapevo. Questa delta si ferma a 1 metro da dove sono io e gli occupanti smontano per rinfrescarsi alla fontana. Lasciano le porte aperte. Mi fiondo ad ammirarla la guardo il più possibile e da ogni angolazione. Devo stamparmela nella memoria. La rubo con gli occhi. Penso: un giorno devo averla anche io. Passano quasi 20 anni sognando il giorno di impugnare il volante e sedersi al posto di guida della mia delta il 13 aprile del 2007 arriva finalmente il giorno tanto atteso.

 


» Guarda la fotogallery

 

LA DELTA ROSSA IN BREVE BIASION - SIVIERO

Mel maggio dell'89 la Lancia dopo aver venduto circa 10.000 delta integrale 8 v ne decreta la fine della produzione. Entra in scena la sua erede: la 16v. Al. 31° rally di Sanremo disputatosi tra l'8 e il 12  ottobre 1989 debutta dopo appena 5 mesi   la  16 v ufficiale   gruppo A . La livrea  scelta da Giorgetto Giugiaro per l'esordio di questa versione crea un impatto fortissimo tra gli appassionati e gli addetti ai lavori. Per la prima ed unica volta le lancia sponsorizzate dalla  Martini abbandonano il classico bianco per far posto a un aggressivo  rosso fiammante. A detta di Ninni Russo (capo assistenza Lancia Martini) questo esperimento è stato   probabilmente voluto dalla stessa Martini per vedere almeno una volta le proprie vetture cosi dipinte. In fondo a fianco al Martini Bianco c'è anche quello Rosso. Purtroppo la vettura risultava poco telegenica rispetto a quella con carrozzeria bianca. Le delta  16 v.  rosse che si presentarono alla partenza di quel Sanremo erano due: una affidata all' equipaggio veneto Biasion-Siviero campione del mondo in carica, e l'altra in mano ai francesi Auriol-Occelli. La prima partita con il numero 1 trionferà incoronando nuovamente  Biasion Siviero e la Lancia campioni del mondo rally. La seconda partita con il numero 5 verrà gravemente danneggiata in un cappottamento da Auriol costretto così al ritiro. Una particolarità: la delta condotta da Biasion è  un esemplare unico. La prima vera 16v gruppo A giunta fino ai giorni nostri così come fu concepita in Abarth; ha disputato solo un altro rally , quello del Sanremo 90 (correndo sempre con la stessa grafica a carozzeria rossa) affidata sempre a un  italiano: Liatti. Quella condotta da Auriol era una ex 8v trasformata in 16 e poi nuovamente in delta evoluzione partecipando complessivamente alle seguenti gare: 1000 laghi 89 come 8v Sanremo 89 , Acropoli 91, Argentina 91 come 16 v ed infine al Val d'Aosta 1993 come delta evoluzione. Dato  certo: sulla delta rossa di Biasion viene montato per la prima volta dalla Lancia un particolare strumento sperimentale lcd, introdotto poi sulle delta ufficiali in modo definitivo dal 1992.

Biasion ha detto: la delta a cui sono più affezionato e proprio quella rossa del Sanremo 89 per due motivi l'unica rossa con la cui ho corso e con la quale ho vinto il mio secondo mondiale . Sempre a detta sua la delta rossa è quella più potente l'ultima non limitata nella flangiatura della turbina.

 

 

Che dire di questi due? Che il primo correva  nel T.R.A.  (trofeo rally abusivi) organizzati sui monti sopra  Bassano dal secondo? Che quando Penna Bianca (Virgilio Conrero) gli ha visti per la prima volta correre con un kadett gt/e privato ha cercato di accaparrarseli subito in Opel? Che sono gli unici italiani  (per ora si spera) ad aver vinto il Safari e ad essere iridati contemplando tutte le specialità automobilistiche? Sfortuna vuole che un altro veneto Sandro Munari non possa elogiarsi degli stessi meriti, pensate nel 75 il Drago al Safari in testa con un altra lancia ,la Stratos  fora 3 volte nell'ultimo trasferimento  e perde cosi la vittoria pur avendo mantenuto per tutta la gara un distacco abissale. Vince la coppa Fia piloti che equilave al mondiale ma non si chiama ancora così.. Guarda i casi della vita... Ma torniamo A Biasion - Siviero, noi trentenni di oggi o poco più, appassionati o malati  di rally abbiamo sognato da piccoli non di fare l' astronauta ma di guidare una delta martini e di diventare campioni del mondo! Non desidero quindi  fare la storia o la cronaca dei loro successi e del loro percorso agonistico. Quello che intendo fare tocca le corde del cuore raccontarVi un emozione. Siviero non l'ho mai visto di persona  ne ho mai avuto modo di parlarci purtroppo. Biasion si lui si. ma che Vi dico. Un' immagine vale più di mille parole. E' queste sono quelle che ho deciso di condividere con Voi..

 

Video

 

... VINCERE E' UMANO PERSEVERARE E' DELTA...

 

 

 

Un sentito ringraziamento al mio meccanico e preparatore Stefano Legnaro / LS Sport

 

 

 

 

 

 

Associazione Sportiva Dilettantistica Gu-Gu Corse Partita IVA: 04068780289